• Italian
  • English
  • French
  • German
 Richiedi PREVENTIVO!
Digita i caratteri visualizzati nell'immagine qui sotto nel box affianco
Visual CAPTCHA

Museo del Territorio

Con il precedente allestimento nel 1977 nella ex biblioteca comunale, il Museo del Territorio di Riccione nasce definitivamente nel 1990 a seguito del massiccio ritrovo di reperti archeologici. Una raccolta che possiamo definire giovane, così come questa località.

L'obiettivo del museo è quello di poter porre nero su bianco quella che fu la primordiale evoluzione delle forme di vita sul nostro pianeta.

Con i suoi diversi ambienti, non solo mediante reperti archeologici, ma ruolo importante giocano anche le illustrazioni poste che portano a ricostruire in maniera accurata gli ambienti dell'epoca.

Un vero e proprio viaggio nella preistoria alla riscoperta di tutto ciò che c'è stato prima di noi.

Cinque diversi settori vanno a formare la mostra.

Partendo dall'introduzione che va a creare un sunto dell'origine e dell'evoluzione dell'uomo in tutte le sue forme fino a definire la struttura della terra.

Qui possiamo trovare diversi esemplari di fossili, minerali e rocce. Affascinante è l'impianto scheletrico di un bisonte preistorico mantenuto in una teca di vetro, e tanti altri reperti tra cui orsi, elefanti e molti ancora.

Da questo, si passa alle ultime tre sezioni che inquadrano un frenetico crescendo storico da ciò che è il più lontano neolitico fino all'età romana.

Qui si distinguono perfettamente tre delle età più importanti per quanto riguarda la lavorazione dei metalli.

L'età del Rame, del Ferro e del Bronzo.

Diversi sono gli oggetti rinvenuti dalla ceramica, all'osso, dalla pietra ai più raffinati metalli.

Il percorso si congeda con l'età romana, la conquista e la colonizzazione di Riccione da parte di questa civiltà.

Qui troviamo lucerne, monete, balsamari e reperti delle più antiche strutture della zona.

Informativa del sito RiminiWeb.net - Nota Legale